seminari  della  Corrente  umanista  socialista
seminari della Corrente umanista socialista

affermare l'umanità sottraendosi alla decadenza (2013)

Donne e uomini comuni in Siria continuano a intraprendere una straordinaria rivoluzione, provando a sconfiggere la feroce dittatura politico militare cambiando se stessi e le relazioni umane, muovendo i primi passi di una comunità libera tra persone di diversi credo ed estrazioni. L’unica risposta che ottengono dai poteri oppressivi è la guerra aperta del dittatore, la complicità attiva o al massimo il silenzio ipocrita di tutti gli Stati che comunque uccide.
È la fotografia dell’epoca che attraversiamo: l’impegno per vivere assieme meglio comincia ad emergere in contrasto con il sopruso, la rapina e l’assassinio legalizzato ed istituzionalizzato.
Nei paesi dove siamo le tinte sono meno forti, ma la sostanza non muta. Ci sono anche persone che resistono, si ribellano, protestano, lottano contro il prezzo sempre più alto della decadenza generalizzata di cui sono direttamente e fondamentalmente responsabili i detentori del potere politico e coloro che vi si oppongono dall’interno. Questo contrasto appare però difficile da risolvere favorevolmente alla gente comune finché ci si muove all’interno del contesto politico esistente, l’attesa di riforme o di “uomini del destino” non è solo inutile ma dannosa per pensare ad autentiche trasformazioni.
Queste ultime possono avvenire in modo serio, soddisfacente, durevole solo se vengono concepite, architettate e praticate dalle protagoniste e dai protagonisti direttamente e in piena autonomia. Le persone e le idee sono decisive: da ciò e perciò nasce l’iniziativa dei Seminari di Utopia socialista che si approssima alla terza annualità. Vogliamo affrontare con tutti i nostri amici, vecchi e nuovi, gli interrogativi e le possibili risposte, le potenzialità e le minacce che riguardano l’esistenza comune e il suo miglioramento in questa fase così complicata.
Tre le grandi domande – che scandiranno altrettanti appuntamenti seminariali – da affrontare assieme. Tre domande che implicano alternative (in tutte le loro possibili varianti ed accentuazioni) e sono strettamente connesse, discendendo dalla condizione che tutti viviamo:

3 domande per 3 appuntamenti

Uniti nella solidarietà o isolati nella democrazia?

Comunanze libere o Stati coatti?

Imparare a vivere meglio o rassegnarsi a sopravvivere così?