seminari  della  Corrente  umanista  socialista
seminari della Corrente umanista socialista

Lo sguardo alla vita a volte strappa un sorriso di speranza, commuove nel profondo, suscita rabbia, soprattutto se riguarda altri esseri umani: momenti di vita vissuta direttamente o che osserviamo attraverso uno schermo, storie di milioni di persone che come noi vivono su questo pianeta. È un’epoca, questa, di grandi contraddizioni e di emozioni contrastanti in cui cercare la propria umanità, conoscerla,  migliorarsi, trova ostacoli ma anche possibilità di riscatto. Le scorgiamo nelle migliori capacità degli esseri umani, ma non è sempre  questa la strada che le persone scelgono. Indagare ciò che più ci caratterizza come specie, conoscere il nostro mondo interno e sentire la profondità di ciò che ci unisce come umanità offre la possibilità di capire meglio la radice di quelle emozioni, di quell’empatia e simpatia  che ci fa sperare e lottare assieme alle donne in tutto il mondo contro la violenza, alle bimbe e ai bimbi di Ghouta in Siria che, nel dramma, chiedono aiuto e amore, alla gente in cammino che cerca in nuove terre accoglienza, libertà e speranze, ai giovani che negli USA prendono  coscienza sentendosi principio di vivibilità... Segnali profondi che contraddicono il peso e il vuoto dell’estraneità e dell’inimicizia tanto diffuse in società che si disgregano. Come un’avventura alla scoperta della conoscenza, la settima annualità dei seminari Le persone e le idee ci sta conducendo nell’intimo di ciascuno, sta provando a dirci cosa intendiamo per conoscenza, come la interpretiamo e come potrebbe cambiare il rapporto con le altre persone, la natura e le altre specie, il sapere in generale. Il titolo del Festival, ispirato al II volume del Corso di Teoria generale di Dario Renzi, Esseri relazionali e sentimentali, richiama direttamente il bisogno che come esseri umani sentiamo di conoscerci, di comprenderci e di scegliere assieme di cercare una vita migliore. Al Festival continueremo la nostra avventura tutti assieme tra chi ha partecipato a questa annualità e chi ha voglia di condividere le coordinate attraverso cui scegliamo di guardare alla vita. 

presto le foto